Art Shelter #11 | Musica da cucina - Aprés coup di Paolo Pozzobon

Mattatoio5 e Ca' Sana sono lieti di invitarvi ad Art Shelter #11 | Un rifugio per la creatività

#LIVE

Musica da cucina trasforma l'ambiente della cucina in magia e suono. Un concerto dove gli utensili diventano strumenti per costruire canzoni delicate, immersi in un flusso sonoro di armonie di chitarra, clarinetto e voci. Una performance che vive di piccoli dettagli e che parla di montagna e di terra, di madri e di figlie, di quotidianità e di incanto.Fabio Bonelli è l'artefice di questa trasformazione, un'alchimia musicale che evoca ricordi e immagini e che crea un dialogo intimo e diretto con il pubblico attraverso suoni e brevi racconti.Scolapasta amplificati, imbuti flauto, mestoli immersi in loop station, sbattiuova trasformati in tecno kick sono solo alcuni degli strumenti con cui viene creata questa empatia tra il musicista e l'ascoltatore.Nato come esperimento casalingo, il progetto è via via cresciuto toccando con I suoi concerti 20 nazioni diverse e pubblicando due album, usciti rispettivamente nel 2007 (City Living) e nel 2012 (Long Song Records).Ha suonato in case, ristoranti, mense, orti pubblici alternandoli a performance in location prestigiose come teatri, gallerie d’arte, rassegne e festival tra cui MONA FOMA 2011 (Hobart, Tasmania), Frison (Freiburg, Svizzera), Linz 09 (Linz, Austria), MilanoFilmFestival (Milano), Città dell’arte/Fondazione Pistoletto (Biella), Teatro Eliseo (Roma), Silencio (Parigi, Francia), MAXXI Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo (Roma).

Mostra fotografica: Aprés coup - Trittico di Paolo Pozzobon

Cos’è importante? E cos’è la quotidianità?La sveglia presto al mattino, la colazione in fretta, la lavatrice, la corsa verso il lavoro, un libro da leggere. I pasti si plasmano in base al livello di solitudine che si prova. Nella famiglia c’è spazio per l’arrosto e il minestrone, per il solitario, invece, vanno bene una scatoletta di tonno oppure un uovo sodo, magari accompagnati da un bicchiere, per dimenticare. Piccoli gesti che fanno parte della nostra giornata, insignificanti, magari noiosi e routinari, ma che compongono quella che chiamiamo vita e che pensiamo di poter continuare a perpetuare all’infinito, come un diritto.Invece la vita muta in un secondo. Un incidente stradale, una notizia inaspettata, un malore improvviso…e tutto cambia. Anche per le malattie a lungo decorso c’è stato il secondo in cui lo hai scoperto o te lo hanno detto. Di colpo tutto quello che per te era normale e ovvio, non lo è più. L’attimo prima eri preoccupato per una questione importante, eri immerso nella frenesia della quotidianità, mentre poi diventa una bella giornata se riesci ad alzarti dal letto dell’ospedale per andare in bagno da solo. Come cambiano le cose importanti, e come cambia la tua quotidianità…Après-coup è un’espressione freudiana, traducibile con “dopo il fatto” o “ posteriormente”, che esprime il meccanismo della mente umana che metabolizza e rielabora in senso traumatico un evento dopo il suo accadimento. Freud ne dà delle diverse accezioni, ma noi prendiamo in prestito questa frase per il suo essere esplicativa di uno stato d’animo diverso, quello di rendersi conto delle cose importanti solo quando è troppo tardi.Nella serie si vedono dei dittici che mettono insieme un momento della quotidianità “precedente” con uno della quotidianità “attuale” di un malato. Il trittico viene a comporsi nella mente dello spettatore che, solo dopo aver visto le due immagini - après-coup appunto - torna indietro alla prima di esse, guardandola con occhi diversi.Après-coup-Trittico si propone quasi come monito a chi lo guarda, gridando di essere felici e grati per la vita, apprezzandola quando è il momento.

INFO

Mercoledì 24 aprile 2019

ore 20.30 Mostra fotografica "Aprés coup-Trittico" di Paolo Pozzobonore

21.00 Musica da cucina

Ingresso libero

Paolo Pozzobon nato a Treviso “qualche” anno fa e amo la fotografia da sempre, una passione che probabilmente mi ha trasmesso mio nonno che faceva delle splendide foto stereoscopiche di montagna e colorava a mano.Ho cominciato a fotografare con una Bencini Comet S, dove la messa a fuoco si regolava in base alla distanza stimata del soggetto e sono finito all’autofocus della Nikon D 700 e della Sony α7 .Un salto nel tempo e nella tecnica che vorrei fare anche nella qualità delle mie foto.Mi piace fotografare soprattutto l’architettura, le sue linee, forme e colori, ma non tralascio gli altri generi e quindi ogni occasione è buona per curiosare con l’obiettivo che da qualche tempo è divenuto il mio terzo occhio.L’incontro con Franco Fontana mi ha aperto nuovi orizzonti, costringendomi a ricercare ciò che sfugge all’occhio frettoloso del passante e che io cerco di riportare alla sua attenzione.

CONTATTI

info@mattatoio5band.com

Filippo 347.8314279 Davide 349.2218394

instagram.com/mattatoio5band

DOVE SIAMO

Ca'Sana - Cibo Arte CulturaVia SS. Fabiano e Sebastiano, 13, 35143 Padova,

casana.bio@gmail.com

Telefono 049 623874

www.casanapadova.org

 

| ART SHELTER | Independent live music, art performance, exhibition |Direzione artistica Mattatoio5 in collaborazione con Ca'Sana - Cibo Arte Cultura


Officina dei Sogni | Art Shelter Sunday

Frequenze Visive e Mattatoio5 sono lieti di invitarvi a Officina dei Sogni | Art Shelter Sunday

In mostra memorabilia e poster cinematografici originali dalla collezione privata di Doris T Dada (instagram.com/doristdada), introduzione a cura di Diego Dimattia e live due progetti che uniscono musica, video e poetica dalla preziosa cifra stilistica: I Love MY Dentist , approcio minimalista tra campionamenti e suoni ambientali e Mario Lino Stancati col suo nuovo progetto PLENUS, nato dalla collaborazione con l’artista visivo Walter Fini

Domenica 14 aprile 2019 ore 17.30 Sala Polivalente Vigonovo (Ve) – Via Veneto 2INGRESSO LIBERO

PLENUS | studio fluido per immagini e suoni elettroniciPLENUS nasce dall’urgenza espressiva di sperimentare punti d’incontro inediti e connessioni eccentriche tra il linguaggio poetico e visionario delle immagini video e il mondo sperimentale e non convenzionale del suono elettronico. Al lavoro compositivo riguardante l’aspetto prettamente sonoro, è stato affiancato, in piena simbiosi creativa, la produzione originale delle immagini video, in modo tale da offrire e presentare una fusione complessiva quanto più organica e coerente possibile tra i due vettori artistici in atto. Il risultato finale si presenta come percorso astratto e irregolare, trama evanescente e cifra ipnotica, ambiente acustico minimale e orizzonte visivo contemplativo, in cui convergono e combaciano le diverse sensibilità operative messe in campo, unite entrambe dal desiderio di oltrepassare il consueto e il conosciuto e così lanciarsi, con perfetta e completa convinzione, verso territori insoliti e atmosfere altamente immaginifiche, al fine, si spera, di rapire l’ascolto e meravigliare la visione.

Walter Fini: visual http://www.walterfini.com/index.php/videoMario Lino Stancati: electric devices, analog synth, live processinghttps://soundcloud.com/mariolinostancati/ausweg

I Love MY Dentist è un progetto musicale che (ri)nasce dall’incontro di due artisti che trovano nella musica il mezzo espressivo privilegiato e che decidono di ritornare alla sperimentazione con il consueto approccio minimalista, tra campionamenti noti e suoni ambientali. Dopo aver calcato i palcoscenici con vari progetti musicali di stampo post rock, arriva un lungo periodo prima di silenzio, poi di riflessioni e cambiamenti, al termine del quale decidono di iniziare questo nuovo percorso musicale. Come sempre gli schemi sono infranti e la metrica è suggerita dalle frequenze.Gli stimoli arrivano, tra gli altri, dalle performance del Teatro delle Albe, dalla contemporaneità di Julia Kent,dalla batteria di Jim White e dalle sempre care distorsioni. Un progetto che è un gioco, una passione, uno sfogo.

Mat Ming suoni e rumoriMichele Segala vocehttps://www.facebook.com/I-Love-MY-Dentist-1142659129176904

Diego Dimattia, regista e produttore di audiovisivi, ex allievo di Marco Bellocchio e Folco Quilici. Dimattia, regista teatrale, si è laureato a Padova in semiologia dello spot TV ed è stato ricercatore e docente presso il Dipartimento di Management dell’Università Ca’ Foscari. Dirige la Goldwingfilm Prod e ha curato le produzioni per altre cdp (Silverwood Production, Copenhagen; Leopard Films, NY-London; FilmArancio, Parma).www.goldwingfilm.com

www.frequenze-visive.it #officinadeisogni #doristdadacollection www.mattatoio5band.com #artshelter


Enrico Cosimi | MOOG Subsequent 37cv - Masterclass produzione elettronica

Sabato 16 febbraio  Enrico Cosimi - MOOG Subsequent 37cv Masterclass produzione elettronica
Enrico Cosimi è uno dei massimi esperti di sintesi sonora a livello internazionale, musicista, compositore, docente, consulente del MIUR-Ministero dell'Istruzione, beta tester Moog, Kurzweil, Novation, Arturia.Insegna Tecniche di Programmazione e Performance presso l'Università di Roma-Tor Vergata, Facoltà di Ingegneria Elettronica e Sintetizzatori Virtuali presso il Conservatorio S.Cecilia in Roma, Biennio di Composizione Applicata.
Ha pubblicato: "Manuale delle tastiere e del sintetizzatore" (1988-Ed.Anthropos), "Analog & Virtual Analog" (2003-Ed.Il Musichiere), "Manuale di Musica Elettronica" (2009-Ed.Tecniche Nuove), "Sintetizzatori Virtuali" (2017-Ed.Curci), "VCV Rack. Il manuale nascosto" (in corso di pubblicazione, 2017-Ed.Curci). Consulente del MIUR-Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca, ha pubblicato articoli sugli Annali della Pubblica Istruzione (Le Monnier) e su Musica tecnologia creatività. Una sfida per gli insegnanti (LIM).La Masterclass è a numero chiuso su prenotazione da effettuarsi all'indirizzo ottoassociazione@libero.it

 

WORKSHOP Primo approccio alla produzione elettronica con Moog Subsequent 37cv

  • sintesi
  • programmazione timbrica 
  • gestione di arpeggio
  • sequencer
  • incastri ritmici

 

INFO E COSTI Sabato16 febbraio dalle ore 20.00 alle 23.00 Virgo art & culture box è un circolo affiliato ASI con possibilità di tesseramento in loco. Contributo associativo richiesto: 30 con tessera in corso di validità  40 nuovi iscritti con consumazione omaggioDOVE SIAMO  Virgo art & culture box si trova in via Padana 32\A a S.Angelo di Piove di Sacco, lungo la SS516 Piovese che collega Padova a Chioggia

Evento in collaborazione con OttoEventi